Musica Rudolf Friml e Herbert Stothart

Regia Nadia Furlon
Coreografie Franca Pagliassotto
Direttore d'Orchestra Simone Sarno


Jim Kenyon soprannominato "Jim il selvaggio", un cacciatore senza scrupoli, pronto alle risse e agli imbrogli, temuto da tutti i cercatori d'oro del Canada.
Le donne sono pronte a cadere ai suoi piedi, ma lui preferisce a tutte la bella cantante Rosemarie che si esibisce nel saloon "Lady Jane". La ragazza , allo stesso tempo, corteggiata dal ricco Ed Hawley, che lei per disprezza.
Contemporaneamente si snoda la vicenda che riguarda Herman, detto "Il terribile", ma dal cuore di marzapane, e Jane, la proprietaria del saloon.
Il turpe Aquila Nera viene trovato morto: tutti credono che il colpevole sia Jim, al quale non rimane che fuggire lontano, abbandonando Rosemarie.
La ragazza, rimasta sola, deve accettare le attenzioni di Hawley e sia avvia a sposarlo tra grandi preparativi, abbagliata dal lusso e dal fascino della metropoli che l'attende. Ma ben preso, con l0arrivo delle Giubbe Rosse,
si risolve felicemente la vicenda: Rosemarie potr sposare il suo Jim, che naturalmente, viene riconosciuto innocente, e i due potranno cantare finalmente insieme il duetto d'amore indiani che giustamente riconosciuto quale uno dei brani pi preziosi di tutta la tradizione operettistica.


chiudi - close


website created by Isabella Milani - Asso Web Design - Copyright 2002 - All rights reserved